Home Page ospiti della Repubblica Salentina Versione locali del Salento Discover Salento Contatti con Salento Home Page visitatori della Repubblica Salentina In contatto con il Salento Presentazione della Repubblica Salentina Chi siamo noi Il territorio del Salento Le istituzioni del Salento I grandi eventi nel Salento Le iniziative di Repubblica Salentina Offerte, sconti e promozioni Link e collegamenti a siti amici Ricerca con Google Repubblica Salentina su Facebook
Salento, terra di arte, cultura e natura
Lezioni di Educazione Sensuale
Turismo sensuale
Il Salento lascia ad altre mete lo squallido appellativo
di “capitali del sesso” e si autoproclama “paradiso del turismo sensuale”
puntando sul totale godimento ...dei sensi!

“Ascoltare” la vista, “toccare” i sapori, “vedere” i profumi, tutto questo e molto altro diventa possibile in una delle terre più appetibili ed affascinanti del momento, parliamo del Salento, il tacco d’Italia e della Puglia, il cui particolare appeal è riuscito a calamitare l’attenzione di tanti turisti, italiani e stranieri.

E ora questo nuovo e originale risvolto, quello del Turismo sensuale, ossia la possibilità di visitare luoghi e non luoghi dove poter far godere tutti i sensi, sia quelli convenzionali, i cinque sensi percettivi, che quelli non convenzionali, quelli emotivi, come il senso di benessere, il senso di euforia, il senso dell’ebbrezza artistica, etc.

Goood Foood - Buon ciboChi sceglierà di trascorrere le prossime vacanze in territorio salentino avrà la possibilità di imparare in maniera totalmente naturale come sia possibile, ad esempio, che una semplice frisella ben condita (tipico pasto povero utilizzato anticamente dai contadini) possa letteralmente far godere la vista, con una combinata di colori afrodisiaci, l’olfatto, con l’aggiunta di erbe aromatiche ammalianti, il tatto, capace di fornire sensazioni piacevoli in tutte le fasi, dal primo momento (in cui la frisa va bagnata in acqua con le mani), attraverso la preparazione (toccando e maneggiando i singoli ingredienti), finanche dopo averla mangiata, in quanto è assolutamente impossibile non leccarsi le dita. E non abbiamo menzionato il senso più banale, se vogliamo, il più “scontato”, il gusto, un vero paradiso di gioia per le papille.

A queste sensazioni vanno poi sommati i sensi emotivi, come il senso di benessere che si prova nel mangiarla, ad esempio, in riva al mare o addirittura in barca, il senso di amicizia se l’intenso rito viene consumato in compagnia, il senso di euforia, se la si accompagna con un buon vino locale, primitivo, salice o negroamaro, etc.


Calendario del Salento
CONSULTA E ACQUISTA ANCHE IL CALENDARIO 2011/2012!
Lezione n. 1: l'Anguria
Anguria sensuale nel SalentoIl senso di freschezza è la prima immagine che viene in mente quando si pensa o si vede una bella fetta di anguria, matura al punto giusto e dai colori vivaci. In questo modo abbiamo già descritto l’effetto sul la vista, mentre il tatto, l’olfatto ed il gusto vengono coinvolti in un modo tanto banale quanto unico. Per l’udito invece bisogna chiedere a coloro che l’hanno scelto, in quanto è proprio il “suono” del frutto che ne descrive la bontà, e a chi ha dato il primo taglio ricevendo così un suono breve, sordo ma …pieno.

Lesson #1: Watermelon
A sense of freshness is the first image that occurs to your mind when you think or see a delicious, well ripe and bright slice of watermelon. In this way we have described the effect it has on your sight, but also the sense of touch, the smell and the taste are all involved in a simple and unique way. As to hearing, instead, ask to people who choose it: from the “sound” of this fruit you may understand its delicacy; you may also ask to those who cut it first: they certainly will receive a short, deaf sound but ...full.

Lezione n. 2: l'Olio d'oliva
Olio sensuale nel SalentoSe sono state scritte tante poesie e raccontate tante storie sull’olio d’oliva è proprio perché questo ottimo ed importantissimo nettare della natura è capace di stimolare e far godere tutti e cinque i nostri sensi, l’olio va toccato fra le dita, l’olio va ascoltato mentre lo si versa, l’olio va osservato nei suoi colori e nei suoi mille riflessi, l’olio va annusato per coglierne a pieno la fragranza, lo spessore e la ricchezza, infine l’olio va gustato nel migliore dei modi, lentamente e delicatamente su una fetta di buon pane di grano duro cotto al forno di pietra.

Lesson #2: Olive Oil
Lots of poems have been written as well as lots of stories have been told about the olive oil just because this wonderful natural nectar is able to stimulate and satisfy all your senses. You have to touch oil, to hear it while pouring, to watch all its colours and different tinges; you have to sniff it in order to get its scent, its thickness and richness. Finally you should taste oil in the best way, slowly and gently on a slice of savoury bread baked in a wood fired brick oven.

Lezione n. 3: la Festa di San Martino
S. Martino sensuale nel SalentoLa festa di San Martino è particolarissima in quanto è celebrata l’11 novembre solo dal popolo salentino, in ogni paese del territorio e ovunque nel mondo vi si trovi un gruppo di salentini. I sensi più stimolati sono quelli emotivi: il senso dell’amicizia, stimolato dall’allegra compagnia; il senso di euforia, galeotte la dolcezza e la bontà del vino novello, il senso di benessere e di pace con cui si torna a casa. Ma le pietanze tipiche, le caldarroste ed il vino non fanno mancare nulla nemmeno a tutti e cinque i sensi percettivi!

Lesson #3: "San Martino" celebration
The San Martino festival is very special because only in Salento and in the world where people from Salento live, they celebrate this day (on 11th November). The emotional senses are stimulated very much: the sense of friendship, stimulated by the merry crowd in front of a glass of wine; the sense of euphoria, excited by the sweetness of the “novello” wine; the sense of wellness and peace which you feel while coming back home. All the typical dishes, the roast chestnuts and wine encourage your emotional senses.

Lezione n. 4: il Panterrone
Panterrone sensuale nel SalentoNo, non è il “panettone” e nemmeno il “pandoro”, è il “Panterrone”, una squisita variante tipica-mente salentina che racchiude in sé la storia e la fragranza di questa terra straordinaria. E i sensi? Sono tutti coinvolti, nessuno escluso. Si parte dalla vista che si bea di tanta bontà al primo sguardo, immediatamente dopo, il tatto e l’udito i quali partecipano insieme allo strappo del primo pezzo, è il momento dell’olfatto che inebria i pensieri e che comunica al gusto che è giunto il suo momento: dolce, gustoso, infinito.

Lesson #4: "Panterrone"
It is neither “panettone” nor “pandoro”: it is “Panterrone”, a delicious kind, typical of Salento, that holds all the history and the smell of this wonderful land. What about senses? They are all involved: your sight basks in its goodness at once; soon after, touch and hearing take part together to the slicing; this gives way to smell which brings out your thoughts and invites you to taste it: sweet, tasty and infinite.

Lezione n. 5: il Vino
Vino sensuale nel SalentoSono stati spesi fiumi di parole su tutte le sensazioni che un buon bicchiere di vino è capace di suscitare, coinvolgendo maggiormente quattro dei cinque sensi percettivi (vista, olfatto, udito e gusto). Qui invece vogliamo far riflettere sullo stimolo e sul coinvolgimento di alcuni sensi emotivi, come ad esempio il senso di euforia e di leggerezza offerto dal leggero grado alcolico, il senso di amicizia e di complicità quando è bevuto in compagnia ed il senso di appartenenza quando le radici delle uve e le proprie coincidono.

Lesson #5: Wine
Lots of words have been said about the sensations aroused by a good glass of wine, which involves mostly four out of the five perceptive senses (sight, smell, hearing and taste). Here we want to make you think about the excitement and the involvement of some emotional senses, for example the sense of euphoria and lightness coming from the slight alcoholic strength, the sense of friendship and complicity that you feel when you drink together with your friends and the sense of belonging when the plant roots of grapes coincide with your own roots.

Lezione n. 6: le Olive
Olive sensuali nel SalentoQuando si pensa alle olive del Salento si finisce irrimediabilmente ad immaginare l’ottimo olio extravergine che se ne ricava, eppure le olive autoctone del territorio, soprattutto le “Leccine” e le “Celline”, sono davvero straordinarie in abbinamento, ad esempio, con aperitivi tipici del territorio. Hanno un sapore unico, verace, inconfondibile, alla vista risultano gradevolissime ed invitanti, hanno un profumo che inebria e che sa di buono, e poi al tatto sono consistenti e polpose e lasciano le dita sporche di bontà.

Lesson #6: Olives
When you think about olives in Salento, you inevitably are imagining the good extra virgin olive oil; the native variety of olives, above all the “Leccine” and the “Celline” ones, are really extraordinary if tasted with appetizers, which is a typical habit in Salento. These olives have a unique, genuine and unmistakable savour; they are pleasing and tempting to your eye; they have an exhilarating and good smell; they are stiff and pulpy to the touch and leave your fingers dirty with goodness.

Lezione n. 7: i Ricci
Ricci sensuali nel SalentoPer chi è nato in questa terra, o meglio, su questi mari, i ricci rappresentano una sorta di istituzione radicata nei ricordi e nei sensi. I ricci hanno un “percorso” tutto loro, a partire dalla loro pesca, effettuata in apnea e a mani nude, per poi essere raccolti in una rete e portati a riva, dove li attendo-no gli amici commensali pronti ad aprirli, ad ammirarne i colori ammalianti, ad annusarne il profu-mo infinito e a gustarne la polpa, dolce e sensuale. I più viziati utilizzano pezzi di pane di grano duro cotto al forno di pietra.

Lesson #7: Sea urchins
To native people, who are familiar with the sea, urchins are a sort of establishment rooted both in memories and in senses. Sea urchins have their own “procedure”: first of all they are caught without any breathing apparatus and with bare hands, then they are put in a fish net and brought on the shore, where people are ready to open them, to admire their colours, to sniff their smell and to taste their sweet and delicate pulp. Some people, perhaps a bit spoiled, taste them with pieces of home made bread baked in a wood fired brick oven.

Lezione n. 8: il Mare salentino
Mare sensuale nel SalentoScommettiamo che non avete mai pensato al mare in abbinamento alla percezione dei sensi? Eppure chi sperimenta anche una sola volta la vita di mare nel Salento non scorderà più ciò che ha visto con i suoi occhi, scenari vari e incredibili sotto una luce unica, ciò che ha annusato, aromi forti che sanno di selvaggio, ciò che ha udito, l’armonia delle onde che si infrangono, ciò che ha provato sulla propria pelle, il benessere da contatto con l’acqua, e infine ciò che il sapore salmastro e puro ha lasciato indelebilmente sulle labbra.

Lesson #8: Salento sea
Have you ever linked sea and sense perceptions? We do not think so. Whoever just once experiences personally how a life centered around the sea may be in Salento, will never forget what he has seen: various and extraordinary landscapes with a unique light; what he has smelt: strong aromas having a wild savour; what he has heard: the waves breaking against the rocks; what he has felt: a wellness when touching the sea water; what he has tasted: the pure and salty water on the lips.

Lezione n. 9: i Frutti di mare
Photo by Rene HumphreyA pensarci bene, tra i vari sensi, i frutti di mare stimolano per prima l’udito. Sì, perché il solo pronunciarli genera un suono armonioso e pieno. La vista non è certo da meno, i colori e le sfuma-ture che creano quando sono accostati ad altri cibi sono unici. Ma è il loro profumo che ha la vera capacità di inebriare, soprattutto se inalato ad occhi chiusi, è infatti capace di racchiudere in sé tutto la grandezza, la varietà ed il fascino del mare. Il palato è poi l’ultimo a bearne, quasi a chiudere in bellezza questo senso di beatitudine.

Lesson #9: Seafood
Thinking over, out of the five senses, seafood stimulate hearing above all. The name itself generates a harmonious and full sound. Sight is involved too: when combined with any other food, we can appreciate their unique colours and shades. However it is their smell you are pervaded with, especially if you breathe in them with your eyes closed; they hold all the greatness, the variety and charm of the sea. At last enjoys your sense of taste, which provides a delightful end to this sense of bliss.

Lezione n. 10: i Fichi
Fichi sensuali nel SalentoSe c’è un frutto con cui non si fa alcuna fatica ad abbinarlo all’appagamento dei sensi percettivi, questo è il fico. Il coinvolgimento di vista, tatto, olfatto e gusto è immediato e spontaneo. Ciò che invece non è affatto scontato sono le sorprendenti sensazioni uniche, di benessere e di pienezza, che si provano quando, di primo mattino, vi è la possibilità di raccogliere il frutto direttamente dall’al-bero e di mangiarne in quantità, seduta stante, nella rustica ambientazione della campagna salentina. Provare per credere.

Lesson #10: Figs
Fig is a fruit which you easily combine with your perceptive senses. The involvement of sight , touch, smell and taste is immediate and spontaneous. What is new is the surprising and unique sense of well being and fullness you feel when, in the early morning, you pick the figs directly from the tree and eat them in large quantity in the countryside. Try them and see.

Lezione n. 11: la Frisa
Photo by Rene HumphreyUna frisa ben condita è il paradiso dei sensi! Si parte dal tatto, in quanto va preparata e mangiata assolutamente con le mani, le dita toccano ogni singolo ingrediente, uno ad uno; l’olfatto gode con i profumi sprigionati dal pomodoro, dal basilico, dall’origano e dall’olio d’oliva; la vista si riempie e si sazia di colori vivaci ed invitanti; il gusto è tanto semplice quanto sublime. Mangiata in compagnia accentua il senso dell’amicizia, in riva al mare il senso di benessere, in barca il senso di libertà.

Lesson #11: "Frisa"
A well dressed “frisa” is a sensual pleasure! You start from your sense of touch because you absolutely have to prepare and eat it with your hands while your fingers touch every ingredient; your sense of smell enjoys the smells coming from tomatoes, basil, oregano and olive oil; your sight fills up and is satisfied with the lively and appealing colours; the flavor of the “frisa” is as simple as sublime. If you taste it together with your friends, this increases a sense of friendship; if you are on the seashore you feel a complete wellness and if you are on a boat you enjoy a sense of freedom.

Lezione n. 12: il Caffè
Caffè sensuale nel SalentoAnche un banalissimo caffè può generare sensazioni particolari nel Salento? Certo. Intanto i chicchi tostati in questa terra hanno un aroma ed un gusto unico, motivo per il quale un salentino non parte mai senza una confezione di caffè nostrano in valigia. E poi, vuoi mettere il senso di beatitudine che si può provare nel gustare col tatto, con l’olfatto e con le papille un buon caffè seduto sull’uscio di casa e avere davanti agli occhi e nelle orecchie l’ambientazione di un mare stupendo o di una campagna in fiore?

Lesson #12: Coffee
Can a simple coffee make you feel special sensations in Salento? Of course yes. First of all, the coffee beans roasted in our land have a unique flavour and savour, the reason why everybody brings a packet of coffee in the suitcase when they leave from Salento. Then, imagine how much bliss you will have if you taste a nice cup of coffee near the front door looking at the wonderful sea or the colourful country. Your sense of smell, the taste buds and your sight take benefit from this.

I nostri consigli
(luoghi e strutture dove usufruire dei benefici del Salento "sensuale")

Dove alloggiare:
Gallipoli:
Ecoresort Le Sirenè - Litoranea per S.M. di Leuca - Tel. 0833.202536 - Fax: 0833.202539
Gallipoli: Joli Park Hotel - Piazza Salento, 2 - Tel./Fax: 0833.263321
Otranto: Hotel Corte di Nettuno - Via Madonna del passo - Tel. 0836.801832 - Fax: 0836.805307
Porto Cesareo: Hotel Club Azzurro - Via Club Azzurro - Tel. 0833.569147 - Fax: 0833.563404
Taviano: A Casa tu Martinu - Viale Corsica, 95 - Tel. 0833.913652
Taviano: Villa Donna Linda B&B - Viale Stazione, 39 - Tel. 0833.913652
S. Maria di Leuca: Hotel Terminal - Lungomare Colombo, 59 - Tel. 0833.758242 - Fax: 0833.758246
S. Maria di Leuca: Villa La Meridiana - Lungomare Colombo, 61 - Tel. 0833.758242 - Fax: 0833.758246

Dove campeggiare e alloggiare presso miniappartamenti nel verde:
S. Maria di Leuca: Camping S.M. di Leuca - s.s. 275 km 35,7 - Tel. 0833.233209 - Cell: 335.5316262

Dove rilassarsi e prendere il sole:
Gallipoli: Lido San Giovanni - Lungomare G. Galilei - Tel. 0833.292635 - Fax: 0833.292636
Gallipoli: Lido Pizzo - Litoranea Gallipoli-Leuca - Tel. 0833.276978
Porto Cesareo: Orange Sun Sporting Club - Via Torre Lapillo, 81 - 0833.565148

Dove mangiare:
Lecce: Joyce Vineria e Irish Pub - Via Matteo da Lecce, 5 - Tel. 0832.279443 - Cell. 347.5104086
Gallipoli: Bellavista Club - Corso Roma, 219 - Tel. 0833.261831 - Fax: 0833.261943
Otranto: Ristorante Corte di Nettuno - Via Mad. del passo - Tel. 0836.801832 - Fax: 0836.805307
Porto Cesareo: Ristorante Club Azzurro - Via Club Azzurro - Tel. 0833.569147 - Fax: 0833.563404
Sannicola: Ristorante Villa Excelsa - Via Delle Viole - Tel. 0833.233209 - Cell: 335.5316262
Taviano: A Casa tu Martinu - Viale Corsica, 95 - Tel. 0833.913652

Dove acquistare prodotti tipici:
Lecce: Aprol - Via M. Bernardini, 11/23 - Tel. 0832.280215 - Fax: 0832.280228
Lecce: Pasticceria Natale - Via Trinchese, 7 - Tel. 0832.256060
Lecce: Quarta Caffè - Zona Industriale - Tel. 0832.240983 - Fax: 0832.301696
Cellino San Marco: Cantine Due Palme - Via San Marco, 130 - Tel. 0831.617909 - Fax: 0831.617866
Guagnano: Cantele Vini - S.P. 365, km. 1 - Tel. 0832.705010 - Fax: 0832.705003
Maglie: Carlino - Agrosercice - Via San Giuseppe, 6 - Tel. 0836.428575 - 0836.552950
Martano: Agricola Nuova Generazione - Via Prov. Borgagne, km. 1 - Tel. 0836.575223 - 0836.574614
S. Cesario: Pasticceria Natale - Piazza Garibaldi, 17 - Tel. 0832.202462
S. Maria di Leuca: La Dispensa di Caroli - Lungomare Colombo, 59 - Tel. 0833.758242

Dove fare shopping e vestirsi:
Maglie: Candido 1859 - Piazza A. Moro, 1 - Tel. 0836.423208 - Fax: 0836.485205


Vuoi saperne di più? Hai qualche curiosità particolare?

Nome
Comune, Provincia
Indirizzo E-Mail
Commento / richiesta
Sei: Visitatore/Ospite
Salentino che vive fuori
Salentino che vive sul territorio

Informativa Privacy
Accetto Non accetto

Salento, terra di arte, cultura e natura

Tour fotografico nel Salento Video tour in Salento Hotel, B&B, Masserie, Agriturismo nel Salento Ristoranti, trattorie, pizzerie nel Salento Artigianato, cartapesta, pietra leccese Eno-gastronomia e prodotti tipici nel Salento


Home Page - Le località - Dove dormire - Dove mangiare - Dove acquistare artigianato - Dove acquistare prodotti tipici - OFFERTE AL VOLO! - Contatti